Itinerario di Tharros, i nuraghi della Sardegna

Oggi per le vacanze consigliamo l'itinerario di Tharros in Sardegna. Il luogo edificato nell’VIII sec. dai fenici, in un punto particolarmente strategico e di facile approdo, sopra i resti di un centro nuragico. Nel VI sec. a.C. diviene una piazzaforte punica e centro commerciale, in età romana la città cresce di importanza, nel X sec. diviene capitale del giudicato di Arborea ed è definitivamente abbandonata durante i tentativi di conquista dell’isola da parte degli arabi.

Nella città di Tharros si possono vedere necropoli a camera e ad incinerazione, templi, il tophet, tratti della cinta muraria, edifici termali, abitazioni e ampi tratti della rete viaria e edifici di epoca paleocristiana come il Battistero e la Basilica del VI sec.

Cattedrale di Santa Giusta
La chiesa di epoca romanica (XII sec.) in forme pisane e influssi lombardi è realizzata in trachite, ha la facciata con archi, una trifora e il timpano con rombo centrale. L’interno è a tre navate separate da colonne alcune di provenienza dall’antica Tharros.

Nuraghe Losa
Il nuraghe è del tipo complesso trilobato il cui primo impianto risale al Bronzo Medio. Lo circondano due imponenti antemurali realizzati con grossi blocchi di pietre. La cortina più esterna racchiude anche il villaggio di capanne originario e altri ambienti realizzati nelle successive fasi tardo punica, romana e alto medievale.

L'estate in Sardegna con le migliori offerte economiche, prenota adesso i pacchetti 2017 per risparmiare!