Vacanze in sardegna 2014, le spiagge di San Teodoro

Le mete preferite da chi viaggia in Sardegna nel 2014 sono certamente le spiagge, e tra queste spicca San Teodoro. Molti preferiscono i villaggi residence della Sardegna per vivere al meglio questa meravigliosa isola, San Teodoro è una delle spiagge italiane che di certo non può esser dimenticata per chi ha avuto la fortuna di poterla visitare.
Noi come al solito proponiamo il viaggio in Sardegna in maniera alternativa.

Durante un viaggio in Sardegna, è assolutamente da non perdere una visita a Palau, sulla Costa Smeralda, con panorama sull'arcipelago della Maddalena; e come fare a meno di visitare l'isola di Budelli con la sua spiaggia rosa, e ancora le grotte marine di Dorgali.

Le famose spiagge di San Teodoro risalgono certamente al periodo più antico dei nuraghi, in cui il mare cristallino ha conservato tutte le sue caratteristiche. Tracce del periodo nuragico sono presenti a Nuragheddu e a Ottiolu, oggi in Comune di Budoni, che un tempo faceva parte del territorio Teodorino.

Proprio per la posizione geografica e sulla base di alcuni ritrovamenti siamo autorizzati a pensare che l'area Teodorina, distesa sul mare a sud di Olbia, sia stata frequentata in periodo fenicio (880 a.C.) e poi Punico (VI sec.a.C.).

Nel 384 a.C. i Romani sconfitti dai Cartaginesi, intrapresero un'assidua opera di pressione sull'isola nel tentativo di sostituirsi ai vecchi dominatori. Nel 259 a.C. il Console Lucio Cornelio Scipione, sbarco' con le sue legioni presso Olbia, sconfisse i Sardo-Punici e avvio' la penetrazione Romana in Sardegna. L'impresa non fu facile per la strenua resistenza delle tribù' dell'interno che contrastarono con ogni mezzo l'occupazione Romana.

L'estate in Sardegna con le migliori offerte economiche, prenota adesso i pacchetti 2017 per risparmiare!