Le vacanze del 2013 in Sardegna, i viaggi in offerta partono dalla Sardegna

La Sardegna nel 2013 sarà una delle regioni più importanti nel panorama dei viaggi nella stagione.


Di certo la Sardegna è una delle isole del mediterraneo più apprezzate per la vacanza al mare, ma molti la scelgono anche grazie agli itinerari diversi da quelli classici.
Per i giovani appassionati proponiamo il Parco Geo-minerario della Sardegna: la giornata ruota attorno alla scoperta dell'area geologicamente più antica d'Italia, ricchissima di siti minerari, oggi dismessi o parzialmente funzionanti; visita ad una miniera del Sulcis-Iglesiente (una qualsiasi tra le 4 miniere: Galleria Henry, Monteponi, San Giovanni, Porto Flavia); visita alla restante area geomineraria. Poiché le visite alle singole miniere sono rigidamente vincolate da orari e giorni della settimana, anche in base al numero di partecipanti, non è possibile stabilire a priori quale miniera si visiterà all'interno del Parco: la miniera potrà essere determinata SOLO dopo aver stabilito date di arrivo e permanenza, numero di partecipanti.

Laboratorio del Pane: obiettivo del laboratorio del pane è toccare con mano l'antica tradizione sarda del pane fatto in casa, scoprire l'utilizzo del lievito (su frumentu), realizzare i vari tipi di pane sardo (coccoi, crivaxiu, costallu ecc.), sperimentare la cottura nei forni tradizionali a legna; per capire come giusto fino a 50 anni fa i nostri nonni realizzavano un alimento tanto prezioso quanto vitale.
I percorsi “le vie del pane”, che forniscono una valida alternativa ai tipici itinerari della Sardegna, nascono allo scopo di identificare e valorizzare il pane tipico locale attraverso alcuni itinerari turistico-didattici che ripercorrono le fasi produttive della filiera: dalla coltivazione dei cereali alla produzione del pane.

Gli itinerari, con i laboratori didattici, i percorsi di analisi sensoriale e la visita dei luoghi dove hanno origine le materie prime, evidenziano gli aspetti storico-culturali legati agli usi e ai costumi dei territori. Per questa loro peculiarità si rivolgono anche alle scuole, come attività propedeutica all'educazione alimentare svolta dall'agenzia.

Trexenta: granaio d'eccellenza fin dai tempi antichi
Dopo il successo degli anni scorsi, l’itinerario "la via del pane in Trexenta", propone anche quest’anno un percorso turistico-didattico che si basa sulle fasi della filiera tradizionale del grano: dalla semina alla produzione del fragrante pane casereccio.

L’itinerario inizia con la visita ai campi dimostrativi di coltivazione di grano duro, realizzati dall’agenzia Laore nell’agro di Ortacesus e prosegue nel centro abitato dove, all’interno del museo del grano, sono previsti laboratori didattici e di analisi sensoriale del pane. Dopo il pranzo, rigorosamente a base di pietanze tipiche della cultura contadina, segue la visita al museo archeologico "sa domu nostra", per comprendere la storia della coltivazione e del consumo dei cereali durante l'età punica in Sardegna.

L'estate in Sardegna con le migliori offerte economiche, prenota adesso i pacchetti 2018 per risparmiare!