Le offerte di Capodanno 2013 in Sardegna sono una vera realtà che traina il turismo sardo

Le strutture turistiche sarde offrono un pacchetto di capodanno 2013 pieno di divertimento senza rinunciare al risparmio

Le offerte di capodanno in Sardegna, grazie alla splendida affidabilità degli operatori turistici, propongono un fine anno pieno di relax senza rinunciare alla vacanza intelligente.
Le persone che faranno weed end per il capodanno fuori dalle mura domestiche sono in aumento, Sembra che si ami trascorrere il 25 dicembre con i parenti e il nuovo anno a visitare nuovi luoghi e culture.
A proposito di culture diverse parliamo di una ridente cittadina della provincia di Sassari,
Ozieri è situata su un terreno in forte pendio con una caratteristica disposizione ad anfiteatro. Con circa 12 mila abitanti e un territorio che si estende per circa 273 Km quadrati. È la capitale del Logudoro.
Ozieri, sin dalla preistoria è stata sempre una località rilevante nell’ambito degli insediamenti umani, favoriti dalla presenza di ampie grotte e dalla posizione di dominio nei confronti della vasta pianura.
Già nel neolitico, al momento della nascita dei primi villaggi, Ozieri diviene centro importante per la civiltà dell’epoca. Infatti, i pregevoli manufatti in ceramica decorata trovati nelle Grotte di S.Michele sono considerati i più significativi di questa civiltà diffusa in tutta la Sardegna e per questo identificata appunto come Cultura di Ozieri (3500-2700 a.C.), una delle culture più significative di quel periodo nel Mediterraneo (reperti nel locale Museo Archeologico).
Anche nel periodo nuragico il territorio di Ozieri presenta un numero di insediamenti tale da evidenziare una consistente densità di popolazione per l’epoca. Più di 120 nuraghi (densità fra le più alte in Sardegna), diverse tombe dei giganti, pozzi sacri, cinte murarie, testimoniano l’importanza rappresentata dalla zona. In particolare il grande Nuraghe Burghidu è esempio notevole con la sua struttura complessa a tre torri, che ancora oggi svetta in posizione dominante sulla piana.
moderne tecniche produttive. Interessante anche lo sviluppo delle attività di produzione agro-alimentare: carni, formaggio, pane, dolci tipici.
In questo ambito si sta realizzando un interessante programma di valorizzazione delle produzioni tipiche in particolare del pane fine di Ozieri, conosciuto anche oltre la Sardegna come Spianata di Ozieri, per la quale si stanno realizzando progetti interessanti quali la costruzione di antichi forni e l’adesione all’Associazione Nazionale Città del Pane.
Altri progetti prevedono la tutela e la valorizzazione dei dolci tipici di Ozieri: Sospiri e Copulettas, del formaggio Greviera (una produzione importata nel corso del Regno Sardo Piemontese che si sta riscoprendo oggi) e dei vini tipici prodotti in collina.
Va sviluppandosi anche la produzione industriale ed artigianale favorita dalla disponibilità di aree attrezzate comunali, private e del consorzio industriale Z.I.R. di Chilivani.
Importanti e molto seguite sono le fiere che si tengono presso il Quartiere Fieristico di San Nicola: la Mostra Provinciale dei Bovini e la Rassegna Agro-Alimentare che si svolgono ad Aprile e la Fiera dell’Artigianato che si svolge a settembre. Altrettanto seguite sono le corse di cavalli che richiamano amatori anche oltre l’Isola presso l’Ippodromo di Chilivani, la più importante struttura ippica della Sardegna.

L'estate in Sardegna con le migliori offerte economiche, prenota adesso i pacchetti 2017 per risparmiare!