VILLASIMIUS: COSTA SUDORIENTALE SARDA

Oggi parliamo di Villasimius, meta d'obbligo per una vacanza in Sardegna. Partendo da Cagliari si può seguire la strada che costeggia la spiaggia del Poetto. Il percorso attraversa la striscia di terra compresa tra il mare e gli stagni di Quartu, abitati da colonie di fenicotteri rosa e in parte utilizzati come saline. Si prosegue poi in vista del mare. È un susseguirsi di piccoli centri residenziali. Dopo circa 10 Km, in direzione Villasimius, la costa si fa rocciosa e la strada sale sviluppandosi in tornanti e saliscendi. Il mare è stupendo e d'estate i bordi della strada si trasformano in un lungo parcheggio per le macchine dei bagnanti. Al Km 37 c'è Solanas, piccolo centro turistico.

Dopo Solanas la strada sale in corrispondenza di capo Boi e la vista dall'alto sulla costa diventa splendida. Si arriva, sempre costeggiando il mare, a Villasimius. Il paese si trova al margine settentrionale di un promontorio che si allunga sino a capo Carbonara. Su entrambi i lati si susseguono le spiagge bianche e gli scogli di granito grigio levigati dal mare. Attraversata Villasimius, si presenta un piccolo porticciolo turistico dominato da una fortezza del '600 e si arriva a una terrazza panoramica da cui si domina l'isola dei Cavoli, nome che deriva dal termine sardo cavulu (granchio).

Oggi Villasimius è diventato un centro di vacanze estive molto frequentato. C'è tutto quello che si può desiderare: un mare splendido, camping e alberghi, possibilità di frequentare diversi sport, bar, discoteche. A metà luglio si tiene una sagra importante, con mostre e fiera dell'artigianato. Una processione di barche arriva sino al punto in cui è posata in fondo al mare la bella statua della Madonna del Naufrago, che si può raggiungere anche con una breve nuotata appena al largo del porticciolo.

L'estate in Sardegna con le migliori offerte economiche, prenota adesso i pacchetti 2017 per risparmiare!