Il Golfo d'Orosei tra le dieci spiagge più belle d'Italia

Inserito quest'anno da Legambiente tra le dieci spiagge più belle d'Italia, il paese è posto al centro del magnifico golfo di Orosei. È il capoluogo della zona denominata Baronia, nella Sardegna centro-orientale. Le chiese spagnoleggianti, le prigioni e la torre pisana sono alcune delle testimonianze dei periodi più importanti della storia di Orosei che conserva forme e modi di vita del suo passato, strutture architettoniche e consuetudini che si tramandano nel tempo.

Se poi vi sporgete oltre le mura e i cancelli del centro di Orosei, potrete intravedere i giardini privati, bellissimi nel loro richiamarsi al gusto arabo-spagnolo. L'itinerario del centro storico attraversa vicoli suggestivi, scalette e stretti sottopassaggi che si snodano dalla piazza del Popolo alla p.zza delle Poste: potrete ammirare sas prejones, antico carcere di origine giudicale e sos palattos bettos, aperti ai visitatori in particolari occasioni come la manifestazione di "Cortes Apertas". Lungo la fascia costiera si distingue il villaggio balneare di Cala Liberotto, frequentato da moltissimi Nuoresi, da cui nasce il "sopranome" locale di Cala Nugorotto.

L'ambiente naturale di cui è parte Orosei, fra il tratto terminale del fiume Cedrino e la costa, è particolarmente suggestivo. Nella zona umida della foce nidifica il bello e colorato pollo sultano. La fascia costiera alterna tratti di scogliera a spiagge adamantine che costituiscono un'attrattiva turistica di grande qualità.

L'oasi naturale di Biderosa, in particolare, al confine con la spiaggia di Berchida, è diventata la meta ideale per migliaia di visitatori; se però volete vederla dovete chiedere uno speciale pass. Molto belle le spiagge di Fuile mare, di Sas Linnas Siccas e di Sa Curcurica.

Ma anche l'area più interna mantiene il fascino tipico dei monti della Baronia: la fitta disseminazione di nuraghi e chiesette campestri consente di creare degli itinerari che uniscano la scoperta del territorio alla conoscenza della storia e della cultura locale.

Orosei sorge nel sito che fu della romana Fanum Carisii. Durante il Medioevo, grazie alla sua posizione al confine meridionale del territorio giudicale, fu un centro importante del Giudicato di Gallura. Grazie al porto (in seguito interrato e infine scomparso) sulla foce del fiume Cedrino, Orosei intrattenne buoni rapporti commerciali con i Pisani. Il piccolo centro si espanse lentamente, fino ad avere nel 1300 una popolazione di circa 1500 abitanti. Il forte incremento economico e demografico, dovuto alla presenza del porticciolo e all'aumento dei traffici commerciali con la penisola, fu interrotto nel periodo della dominazione spagnola, dalla malaria e dalle incursioni barbaresche.

L'estate in Sardegna con le migliori offerte economiche, prenota adesso i pacchetti 2017 per risparmiare!