Vacanze in Sardegna, offerte a Porto Corallo e Villappitzu

Porto Corallo è tra le mete più ambite per le vacanze in Sardegna. Grosso borgo del Sarrabus, ricco di storia e cultura, Villaputzu conserva la bella parrocchiale di San Giorgio, rimaneggiata nelle originali forme tardo gotiche, e, presso gli stagni costieri formati dalle acque del fiume Flumendosa, i ruderi del castello di Gibas.

Nei pressi del porticciolo turistico, sorge la Torre di Porto Corallo, eretta nel Seicento a guardia dello scalo, molto attivo sia per la pesca del corallo sia per l'imbarco dei minerali provenienti dalle miniere dell'interno. Di forma cilindrica, misura alla base 10 m di diametro e si sviluppa in altezza per 11 m. Alterata da numerosi rimaneggiamenti apportati nel corso dei secoli, presenta la terrazza chiusa con le aperture originarie trasformate in finestre. La scala d'accesso in muratura risale allo stesso periodo.

Visita alla Torre di Porto Corallo


La torre, aperta solo in occasione di mostre temporanee, può essere visitata previo appuntamento con il Comune di Villaputzu.

Info utili
ESIT, Ente Sardo Informazioni Turistiche, numero verde 800 013153, tel. 070 60231
EPT, Ente Provinciale per il Turismo, piazza Deffenu 9 Cagliari, tel. 070 651698
Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo di Muravera, via Machiavelli 3, tel. 070 9930760
Comune di Villaputzu, piazza Marconi 5, tel. 070 997138

Porto Corallo si trova nella regione del Gerrèi, vicino alla foce del fiume Flumendosa e a pochi chilometri da Muravera e Villaputzu. Il nome del luogo deriva dalla presenza, durante il Sedicesimo e il Diciassettesimo secolo, di colonie coralline. Quest'area è ricca di zone archeologiche molto interessanti;

Le spiagge di questa zona sono caratterizzate da sabbia bianchissima e acque cristalline. La spiaggia di Porto Corallo, sovrastata dalla bella torre spagnola, si trova presso l'abitato, mentre, circa 25 chilometri a nord, sono il paese di Quirra e la spiaggia omonima.

La presenza di due importanti edifici quali i castelli di Quirra e di Gibas, testimonia il prestigio di cui quest'area godeva in tempi antichi. Il castello di Quirra si trova pochi chilometri a nord di Porto Corallo, su una roccia calcarea, e fu costruito nel Tredicesimo secolo, per proteggere la zona. Ai suoi piedi si può ammirare una delle poche chiese in stile tardo-romanico della Sardegna, San Nicola (XIII secolo). Le rovine del castello di Gibas sono invece situate verso est, non lontano da Porto Corallo, mentre, presso la spiaggia, si erge la grande torre costiera di Porto Corallo, costruita dagli spagnoli. A circa 15 chilometri a sud di questa, immerso in un bel paesaggio, troviamo lo stagno di Colostrài, molto pescoso e ricco di interessanti specie di flora e fauna.

Numerosi sono i centri nautici presenti nelle coste. Sulle spiagge si possono affittare:
barche a vela, catamarani, windsurf e canoe. Esperti ed entusiasti istruttori danno lezioni quotidiane per ogni disciplina a principianti ed anche ad esperti.

L'attività subacquea, si sviluppa sulla costa, sulle vicine isole e sulle secche presenti in zona, indirizzata a tutti i livelli di esperienza e necessità, anche con affitto di attrezzature, secondo metodi didattici nazionali ed internazionali, il nostro Centro Diving offre la possibilità di conseguire tutti i brevetti sub PADI.

Lungo un itinerario che ci porta da una costa all'altra, valicando i monti del Sarrabus Gerrei, si vivono affascinanti vacanze a cavallo, tra le più avventurose che si possano immaginare. Storia, natura, tradizioni, mare, montagna, fiumi, cinghiali, aquile e mufloni. Una grande avventura, alla riscoperta delle forme ataviche, culturali e tradizionali dell'equestre in Sardegna.

L'estate in Sardegna con le migliori offerte economiche, prenota adesso i pacchetti 2017 per risparmiare!